Cerca

Panoramica attuale sui sistemi di automazione “Guida Autonoma” degli autoveicoli

Coonetwork > News  > FinTech  > Panoramica attuale sui sistemi di automazione “Guida Autonoma” degli autoveicoli
Attivita' durante Guida Autonoma

Panoramica attuale sui sistemi di automazione “Guida Autonoma” degli autoveicoli




Tutta la sfida dell’automazione stradale gioca sul fatto di rendere la guida il piu’ confortevole e meno stressante possibile , adottando metodi efficaci di illuminazione artificiale dell’abitacolo con vari colori, indicanti situazioni di pericolo o di relax in modo da restituire un senso di fiducia e controllo nella psicologia dell’uomo nei momenti in cui l’automobile compie azioni autonomamente.

Oggigiorno sul suolo italiano gia’ il 3-4% delle autovetture dispongono dei primi sistemi tecnologici di guida Intelligente semi-automatici .

 

 

Esiste in Italia un centro di eccellenza che si occupa di testare proprio questi vari sistemi avanzati di assistenza alla guida delle varie case automobilistiche , si chiama CSI ( laboratorio accreditato da Euro NCPA ) e risiede a Bollate , nei pressi di Milano.

Questo centro di Ricerca sta collaborando alla stesura dei nuovi Protocolli di sicurezza per la verifica dell’affidabilita’ di sistemi adibiti all’assistenza del conducente (ADAS) .

Non sottovalutando l’importanza di analizzare ogni fattore potenzialmente critico e per questo motivo sviluppando una serie di sensori radar e ottici per la connettivita’ V2V V2X e la cyber-security.

 

Guida Intelligente

Guida Intelligente

 

Il protocollo ADAS ha gia’ implementato funzioni automatiche come il rilevamento della segnaletica stradale orizzontale , la frenata controllata gestita dal software , il controllo assistito della velocita’ , il mantenimento della corsia etc…

Uno dei protocolli in corso di test e’ il rilevamento dinamico dei pedoni e dei ciclisti sia durante le ore diurne che le ore notturne e sono in stesura / discussione le linee guida per il 2020 2025.

CSI (vedi di piu’) rileva che la prima evoluzione fondamentale nel prossimo futuro sara’ la capacita’ che ogni veicolo avra’ nel riconoscimento tridimensionale degli altri oggetti presenti sulla strada, con lo scopo di rilevare in anticipo possibili traiettorie potenzialmente pericolose di piu’ oggetti in movimento sulla carreggiata.

Inoltre permettera’ di prevedere situazioni di sorpasso o percorrenza sicura di incroci stradali e si passera’ dalla guida semi automatica attualmente disponibile in alcuni modelli di autovettura ad un totale AutoPilot, pur sempre mantenendo la figura del conducente sulla postazione di guida .

 

 

EuroNews – Prospettive di guida autonoma.

 

Nei pressi della citta’ svedese di Göteborg gli ingegneri di Volvo stanno effettuando test  su veicoli sperimentali equipaggiati con moduli di guida automatica del veicolo .

La vettura ha un ottima percezione dei veicoli vicini e mantiene sempre la distanza di sicurezza con il veicolo che la precede , rilevando costantemente il traffico circostante .

 

Anche i Prototipi Audi nei pressi di Wolfsburg in Germania offrono una similare gestione della guida autonoma senza mani . Queste auto valutano automaticamente il traffico consigliando al guidatore in caso di condizioni favorevoli il passaggio al pilota automatico .

Infatti se rispettate certe condizioni come il limite dei 130 km orari , la presenza corretta di una segnaletica orizzontale e condizioni di manto stradale sicuri scatta l’opzione del pilota automatico all’interno dell’abitacolo , avvisando il conducente che la guida automatica e’ online .

 

Tesla Motors risulta tuttavia attualmente la casa automobilistica che piu’ e da prima ha fatto uno dei suoi punti di forza la guida autonoma , denominata AutoPilot .

 

Attualmente le versioni piu’ recenti utilizzano la potenza di Drive PX , il super-computer Nvidia (approfondimento) impiegato per tutte le operazioni di elaborazione e utilizzo dei dati prodotti dalle numerose telecamere sensori e radar all ‘interno di ogni nuovo veicolo . Inoltre con l’arrivo della Tesla Model 3 (vedi modello) abbiamo riscontrato un upgrade da  Hardware Two (HW 2) al nuovo HW 2.5 che garantisce maggiore potenza e stabilita’ del sistema di guida . 

 

Di seguito alcuni video che raffigurano le migliori prestazioni garantite da questo sistema d’intelligenza artificiale nell’ultimo anno e alcuni incidenti potenzialmente gravi evitati .

 

Tesla, Inc Guida Autopilot Hardware .

 

Tesla, Inc Guida Autopilot Hardware , incidenti evitati dall’assistente di guida Tesla Motors .

 

Secondo molto, in situazioni di emergenza pero’ il pilota automatico deve essere sostituito categoricamente dalla guida manuale del guidatore che lo avvisano tempestivamente con spie rosse e bip acustici di pericolo , altrimenti il computer di bordo dovra’ essere in grado di utilizzare il meglio delle sue capacita’ attuali per non danneggiare il veicolo, i passeggeri al suo interno e cio’ che risiede fuori dall’abitacolo.

 

Per aumentare la percezione del veicolo le auto autonome dispongono di telecamere, radar , sensori che scrutano cio’ che le circonda . Tali dati attualmente sono elaborati dal computer della vettura per far funzionare il sistema automatico . Secondo CSI le automobili future dovranno anche disporre di sistemi informatici allineati per poter comunicare tra di loro ed interpretare insieme l’ambiente che le circondano , dialogando anche con infrastrutture stradali intelligente che forniranno loro i dati necessari per la sicurezza globale dell’ambiente circostante .

 

 

Ma la domanda che rende perplessita’ e’ : durante la guida automatica, azioni come leggere un libro o guardare smartphone / tv, manterra’ un livello di attenzione e sicurezza tale da garantire la ripresa del controllo manuale tempestivamente in caso di emergenza ?

 

Illuminazione variabile Auto con Guida Autonoma Illuminazione variabile Auto con Guida Autonoma
Auto Pilota Automatico Auto Pilota Automatico
Riconoscimento veicoli attorno abitacolo Riconoscimento veicoli attorno abitacolo
Mercedes Futuro Trasporto di Merci Mercedes Futuro Trasporto di Merci

 

 

La situazione risulta ancora dibattuta e in corso di ricerca / studio da parte degli esperti del settore . Ognuno propone le proprie ricerche e soluzioni che dovranno poi trovare una quadra comune .

I ricercatori di Goteborg stanno analizzando il problema usando simulatori nelle cabine di reali autocarri , controllando quanto rapidamente il conducente reagisce  alla richiesta di riprendere il controllo in vari casi di emergenza e pericolo .

I test condotti risultano attualmente soddisfacenti e indicano come sistemi di illuminazione ambientale interna con varie fasce cromatiche, aiutino la ripresa tempestiva del controllo dell’abitacolo.

 

In un altro progetto di ricerca europeo situato al Politecnico di Atene invece gli scienziati studiano ad un’ interfaccia visuale, per le auto tradizionali con l’obiettivo di favorire la facile interpretazione del linguaggio macchina / essere umano e garantire rapidita’ di reazioni neurocelebrali.

 

Provare e testare ogni tipo di condizione di luce , di visibilita’ ,  di malfunzionamenti elettronici o di malfunzionamenti di comunicazione peer to peer dei veicoli e’ la strada per garantire elevati standard di sicurezza .

 

Questi studi e test hanno l’obiettivo comune di creare procedure e interazione di linguaggio sempre piu’ progredite tra macchina e essere umano,  che dovranno interagire sempre di piu’ nel prossimo futuro .

 

Prototipo di Autocarro Mercedes in grado di sfruttare la Guida Autonoma

 

Articoli Correlati




Diego Segato
Diego Segato

Amministratore Delegato . Designer . Appassionato e sostenitore di Progetti Energetici Eco-sostenibili . " Lo Sviluppo progressivo dell'uomo e' vitalmente dipendente dall'Invenzione " N. Tesla

Nessun Commento

Scrivi un Commento

Commento
Nome
Email
Sito Web